Media & Gallery

Media & Gallery

5L-1: Porza-Arosio 2-1, equilibrio e agonismo, ci pensa Vitali


Walter Savigliano | 1 Apr 2019 | 


Giornate interessanti nel gruppo 1 di V lega che, considerata la classifica corta, ad ogni domenica presenta scontri diretti per l’alta classifica.

Uno di questi, Porza ed Arosio, hanno messo in scena una partita tesa, equilibrata e dal forte agonismo (5 ammoniti). Mister Capobianco ha presentato una formazione, nonostante le numerose assenze, pronta a lottare, ordinata e convinta dei propri mezzi.

Dal canto suo, Gianinazzi, allenatore dell’Arosio, ha provato sin dall’inizio a mettere sotto pressione i giovani del Porza. Dopo un inizio equilibrato, al 30esimo, il solito Alessio Capobianco (2000), non nuovo a queste reti, su punizione, ha aperto le danze. Da quel momento, l’Arosio, ha spinto ed a tratti ha messo in difficoltà l’ottima difesa del Porza; lo sforzo profuso ha portato i suoi risultati con il meritato pareggio di Brumana (72esimo), dopo un’azione di mischia in area.

A quel punto, complice il caldo, l’Arosio ha avuto un leggero calo fisico dopo lo sforzo profuso e così negli ultimi venti minuti sono saliti in cattedra i ragazzi di Capobianco che hanno avuto diverse occasioni culminate poi, al 84esimo, quando il giovane Vitali (2002) si è involato solo davanti al portiere e l’ha trafitto per il 2-1 finale.

Partita intensa che conferma il valore dei ragazzi di Gianinazzi e riporta in evidenza anche il Porza che ha iniziato a raccogliere quello che forse era andato sprecato nelle giornate precedenti.

5L Gruppo 1: Porza, mister Capobianco “un bel cazziatone può essere salutare”


Scritto da Roberto Colombo - 22 Nov 2018


Girone di andata chiuso in crescendo con cinque vittorie consecutive, la pausa invernale scombina i progetti del Porza

Arzo, Arosio, Rovio, Stabio e Origlio Ponte Capriasca attente: per la promozione c’è anche il Porza. Nell’ultima partita del girone di andata il Porza ha battuto con un tennistico 6-1 il Villa Luganese, inanellando la sua quinta vittoria consecutiva e salendo a 18 punti in classifica, a sole quattro lunghezze dalla vetta. Mister Angelo Capobianco, oltre a essere naturalmente contento, avrà probabilmente anche pensato “mannaggia alla pausa invernale, proprio non ci voleva”.


«L’ultima vittoria contro il Villa Luganese è stata rotonda – racconta mister Capobianco – ma non è stata una delle nostre migliori partite: conoscendo la classifica e dopo il 3-0 nei primi dieci minuti tutti volevano segnare, così non abbiamo più giocato da squadra. Dopo un bel cazziatone negli spogliatoi, i ragazzi hanno ripreso a far girare palla e siamo andati meglio, anche se il campo pesante non ci ha aiutato e gli avversari sono stati molto aggressivi. Vedi occhio nero del nostro Alessio Capobianco»

«In generale – continua l’allenatore – sono molto contento perché la squadra è cresciuta partita dopo partita, ma non dobbiamo mai dimenticare che senza sacrifici e la disponibilità di tutti non si va da nessuna parte».

Dopo un inizio difficile, con appena tre punti nelle prime cinque giornate, la squadra si è sbloccata, prima sommergendo il Rancate (7-1) e poi battendo il Rovio (4-2): «Contro il Rovio e l’Origlio Ponte Capriasca sono state le nostre due partite più belle. Abbiamo giocato da vera squadra, e i giovani sono saliti in cattedra dando quel qualcosa in più. Brutta invece la gara contro l’Arzo: non si può arrivare quasi dieci volte tu per tu con il portiere e non segnare!»

Con 18 punti e a -4 dalla vetta è ancora tutto possibile, ma mister Capobianco non si accontenta (giustamente): «In classifica potevamo avere minimo sei/otto punti in più. L’unica partita che dovevamo perdere è stata quella contro l’Arosio. Da loro è molto difficile giocare, e alcuni giovani hanno risentito dell’aggressività dell’avversario, in più eravamo contati. Invece, contro Sessa e Arzo abbiamo buttato via le partite, sbagliando tantissimo sotto porta. La sconfitta contro lo Stabio, infine, è stata frutto di troppi errori arbitrari»

Il Girone 1 di Quinta Lega sembra molto equilibrato, davanti per la promozione si sgomita: «Viviamo una partita per volta, non ci tiriamo fuori dalla lotta promozione, ma non siamo neanche tra le favorite. Vedremo. Tutto è ancora da decidere. Se avessimo continuato a giocare avrei detto di essere tra le favorite, ma con la pausa invernale di mezzo può succeder di tutto: ho visto squadre cambiare cinque/sei giocatori e con una classifica così corta è ancora tutto in bilico. Dai miei ragazzi – conclude mister Capobianco – mi aspetto che crescano ancora come gruppo, solo così potremo toglierci altre soddisfazioni. Infine credo che l’ago della bilancia per la vittoria del campionato sia rappresentato dall’Arosio, se la squadra di Luca (Gianinazzi, ndr) farà un ritorno vincendo anche le trasferte come ha fatto nella prima parte di stagione, allora andrà direttamente in Quarta Lega».


LINK

5L-1: Porza, confessioni di un presidente…squadra, mister Capobianco, la Pressa e Vittorio Pucci


Scritto da Roberto Colombo - 22 Gen 2019 


Smaltita l’amara retrocessione dell’anno scorso, oggi il Porza può ancora sognare in grande, merito di una società che trasuda di devozione, passione e impegno

È ancora tutto possibile: nel gruppo 1 di Quinta Lega il Porza chiude un trenino composto da sei squadre raccolte in appena quattro punti che molto probabilmente nel girone di ritorno si giocheranno la promozione. «Naturalmente, come per tutte le cose, si poteva fare meglio – racconta David Teggi, presidente del Porza – Ma, considerando la rosa ristretta che avevamo ad inizio campionato e che i ragazzi dovevano adattarsi al nuovo allenatore, sono molto contento di come la squadra si sia comportata nel girone di andata. Aggiungo, che adesso ci siamo consolidati, e quindi dovremo puntare al massimo».


«Siamo un gruppo molto giovane, e questo penso che sia una fortuna. Il pregio più grande della squadra è che, oltre a essere tecnicamente di buon livello, è formata da ragazzi che sono prima di tutto delle brave persone, sia fuori che dentro al campo. Questo è veramente un mio grande motivo di orgoglio».

Dopo l’amara retrocessione della passata stagione, quest’anno la squadra è stata affidata ad Angelo Capobianco: «Sull’’allenatore avrei da dire mille cose – continua il presidente Teggi – Io e Angelo condividiamo un’amicizia calcistica di lunghissima data ed abbiamo vissuto tanti momenti emozionanti nelle 11 stagioni trascorse sul Tavesio. Riportarlo a Porza è stato come rimettere ogni cosa al suo posto. So che anche per lui quella pantera (il simbolo della società, ndr) cucita sul petto ha un significato speciale. Ma oltre all’aspetto umano, lo stimo anche moltissimo come allenatore. Nonostante sia la sua prima esperienza sulla panchina di una prima squadra, so che ama davvero il suo “lavoro” e che ha a cuore ogni suo singolo ragazzo. Questo per me è quello che conta di più».

Arzo, Arosio, Rovio, Origlio Ponte Capriasca e Stabio sono le cinque squadre che in classifica precedono il Porza, ma basta allungare una mano per toccarle, tornare subito in Quarta Lega è ancora possibile: «L’obiettivo – David Teggi non si nasconde – è quello di continuare a migliorarci e, considerata la classifica corta, puntare alla promozione. Bisogna sempre mirare in alto, soprattutto se si è consapevoli di avere tutte le carte in regola per farlo».

Presidente cosa significa per lei il Porza? «Sono approdato in questa società nell’ormai lontano 1991 a soli 18 anni e, dopo 12 campionati in prima squadra, ho continuato a giocare fino all’anno scorso nei Seniori (che sono passati ai 50+). Dal 2007 faccio parte del Comitato, nel 2014 sono stato eletto vicepresidente e dal 2016 sono diventato presidente. È l’unica squadra in cui ho giocato (a parte una piccola parentesi nel Bioggio), quindi per me Porza è il calcio. A Porza ho conosciuto mia moglie (la Pressa come i ragazzi la chiamano affettuosamente) e insieme a lei dirigo la società. Tutto questo potrebbe già bastare per far capire che cosa rappresenti per me questo club. Ma devo doverosamente aggiungere un’altra cosa: quando sono arrivato, orami 28 anni fa, mio suocero Vittorio Pucci era il presidente e lo è stato per 13 lunghi anni. La sua devozione, passione e impegno mi sono stati d’esempio e mi spingono oggi a non mollare anche nei momenti meno facili. Quando sono al Tavesio mi sento a casa e fino a quando sarò felice di passare la maggior parte del mio tempo libero lì, con la mia famiglia, continuerò con la stessa passione che mi è stata tramandata».


LINK

5L gr.1: niente da fare per il Villa Luganese, 6-1 dal Porza

Scritto da Walter Savigliano - 19 Nov 2018

Ieri a Porza è giunto il Villa Luganese di mister Andreazza (assente per un’operazione alla spalla al quale vanno i migliori auguri di pronta guarigione), convinto a dare battaglia ed a vendere cara la pelle.

La partita si è svolta davanti ad una buona cornice di pubblico. Inizio da incubo per il Villa Luganese che subisce, nel giro di 11 minuti, tre reti (5′ Ali Bhadori; 9′ Gaudenz Beretta; 11′ Damir Cirikovic); il Porza si presenta in grande spolvero ed il giro palla, a tratti, è veramente piacevole. Alla quinta vittoria consecutiva ed ormai a -4 dalla vetta, gli uomini di mister Capobianco giocano quasi a memoria e con quella convinzione che nelle ultime giornate gli ha permesso di andare a vincere scontri diretti molto importanti. Al 23′, comunque, il Villa Luganese ha accorciato le distante con una pregevole azione personale di Dennis Neves; a questo punto, il Porza ha avuto qualche minuto di sbandamento durante i quali, purtroppo e nonostante lo sforzo, il Villa Luganese non è riuscito ad approfittarne.


Nella ripresa la differenza tecnica tra le due squadre si è accentuata, anche grazie alla stanchezza, ed il Porza ha dilagato con le reti in sequenza: 68′ ancora il Capitano Beretta; 79′ rigore trasformato dal portiere Giuseppe Fera ed al 84′ la rete del giovane Simone Vitali (2002).

A mister Andreazza l’augurio di poter rinforzare la squadra e magari di proporre qualche giovane interessante che il settore giovanile DDV propone spesso e volentieri. Al Porza del Presidente Teggi l’augurio di continuare la scalata nella proposta di una squadra dalla media di età di 21.3 anni che culla un grande sogno….


LINK

LA PARTITA FC PORZA - AS VILLA LUGANESE IN PROGRAMMA MERCOLEDÌ 7 NOVEMBRE È STATA RINVIATA A DOMENICA 18 NOVEMBRE ALLE ORE 17.30!!!

5L: il Porza fa un regalo all’Arzo, Origlio battuto

 

Scritto da Roberto Colombo

 

 

L’Origlio Ponte Capriasca non riesce ad agganciare al primo posto la capolista Arzo; vittoria dell’Audax Gudo nello scontro diretto con il Moderna

 

Nel Gruppo 1 l’Origlio Ponte Capriasca s’inceppa sul più bello: la sconfitta per 2-1 nel recupero contro il Porza non permette alla squadra di mister De Vito di agganciare l’Arzo in testa alla classifica. Al 3’ del primo tempo ospiti in vantaggio con Vitali, ma l’Origlio non ci sta e pareggia su rigore con Pigoli. La partita resta equilibrata sino allo scadere, poi in pieno recupero una zampata di Bhadori regala i tre punti al Porza. In classifica l’Origlio Ponte Capriasca resta al secondo posto in compagnia di Stabio e Arosio, a -3 dalla capolista Arzo. Il Porza sale al sesto posto, appena dietro al trenino di squadre che si stanno giocando la promozione.

 

LINK

5L: Origlio inciampa, vince il Porza 1-2

 

Scritto da Walter Savigliano

 

 

Peccato per gli assenti, Origlio-Ponte Capriasca e Porza hanno offerto una gran bella partita.


Il Porza di mister Capobianco parte forte andando subito in vantaggio con un’azione tutta di prima finalizzata da Simone Vitali (2002). Alla mezz’ora un rigore, dubbio a detta dei presenti, ha permesso all’Origlio-Ponte Capriasca di pareggiare con Paolo Pigoli. La prima frazione è stata di marca Porza, con la squadra ospite che ha elevato ancora il suo rendimento per ordine, tecnica e grinta.

 

Nella ripresa l’Origlio-Ponte Capriasca ha spinto, procurandosi diverse occasioni da rete; un po’ per imperizia ed un po’ per la grande prestazione del portiere del Porza, Giuseppe Fera, la palla non è entrata. Con il passare dei minuti, la squadra di mister De Vito, conscia di giocarsi il primato in classifica, si è innervosita e non è riuscita a macinare gioco. Il Porza ne ha quindi approfittato, mantenendo ordine e tenendo sempre in allarme la difesa avversaria, fino al 90simo quando Ali Bhadori approfitta di un contropiede lanciato da Stefan Simunovacki (difensore centrale). La partita termina con la vittoria, quarta consecutiva, degli uomini del Presidente Teggi che  hanno ormai preso coscienza della loro forza ed iniziano a sentire profumo di alta classifica.


L’Origlio-Ponte Capriasca ha comunque confermato la bontà della rosa ed una base di gioco concreta ed interessante; sarà certamente tra le protagoniste della prossima primavera. Nel Porza, una delle rose più giovani della lega, vanno citati tutti con in testa il Capitano Gaudenz Beretta.

 

LINK

5L: Porza espugna Rovio, 2-4 e si respira (videogol)


Scritto da Walter Savigliano | 22 Ott 2018 |

 

Bella partita quella tra Rovio e Porza.


Un primo tempo equilibrato durante il quale, gli uomini di Angelo Capobianco hanno chiuso sul 1-2 (doppietta di Ali Bhadori e rete di Vicari per il Rovio).


Nel secondo tempo il Rovio ha spinto, spesso in modo disordinato, ma riuscendo comunque a raggiungere il pareggio con Borrelli al 68 su azione di calcio d’angolo e susseguente mischia. La partita si è fatta un po’ spigolosa con una leggera supremazia del Rovio. Al ’79 eurogol di Alessio Capobianco, 2001 (video sotto) che ha effettuato un ottimo tiro verso la porta del Rovio; l’ordine e la tenacia dei ragazzi del Porza è stata così premiata.


Nel finale e con il Rovio all’assalto, si sono aperti gli spazi, sfruttati dal Porza con il veloce Vitali (2002) che ha chiuso la contesa. Una bella partita di calcio con due squadre che capaci di esprimere un buon gioco. Da qualche turno la squadra di Angelo Capobianco si è assestata ed è in chiara ascesa. Il Rovio? Mister Sala non può rimproverare nulla ai suoi e dalla prossima, la scalata continua.

 

 

Articolo sul sito www.chalcio.com: link

Partita amichevole

FC Porza - FC Agno

del 19 settembre 2018

Stabio in solitaria al comando della classifica grazie al successo esterno per 5-3 sul Porza. Gli ospiti sfruttano ben tre rigori (tutti trasformati da Facchiano) e i gol di Rama e Botti per avere la meglio sulla squadra di mister Capobianco che si ferma alle reti di Paunovic (doppietta) e Bhadori (rigore).





Festa 50 anni FC Porza

Football Club

PORZA

Il passato è storia,

Il futuro è vittoria!


Dal 1967 il Football Club Porza è iscritto alla Federazione Ticinese Calcio, unendo passione per lo sport e la voglia di portare sui campi da gioco i valori positivi del gioco più bello del mondo.

Ultimi risultati

 

 

Domenica 31 marzo 2019 - ore 14.30

Campo Tavesio - Porza

Partita di Campionato

FC Porza - AC Arosio: 2 - 1


Domenica 24 marzo 2019 - ore 15.00

Campo Montalbano - Stabio

Partita di campionato

FC Stabio - FC Porza: 0 - 0


Mercoledì 20 marzo 2019 - ore 20.30

Campo Al Ram - Bodio

Coppa di 5a. Lega - 1/16 di finale

FC Bodio - FC Porza: 0 - 9


Contatto

 

Email: info@fcporza.ch

Prossimi impegni

 

Sabato 13 aprile 2019 - ore 20.30

Campo Tavesio - Porza

Partita di campionato

FC Porza - FC Sessa


Mercoledì 17 aprile 2019 - ore 20.30

Campo Comunale Camignolo

Coppa di 5a. lega - 1/8 di finale

AS Isone - FC porza


Domenica 28 aprile  - ore 14.30

Campo Tavesio - Porza

Partita di Campionato

FC Porza - ASM Arzo


Sabato 4 maggio 2019 - ore 19.00

Campo comunale Rancate

Partita di Campionato

FC Rancate 2 - FC Porza